RIVIERA DEI FIORI

RIVIERA DEI FIORI

La Riviera dei Fiori è quella meravigliosa porzione della costa ligure situata in provincia di Imperia e compresa nella riviera di ponente, la cui bellezza venne cantata anche da Eugenio Montale.

 

 

Diano Marina e San Bartolomeo al Mare   

Nel parco naturale della Riviera dei Fiori è incluso l’intero tratto che va da Capo Mimosa, situato nel territorio comunale di Cervo, fino alla foce del Rio San Luigi, situato nel comune di Ventimiglia, al confine con la Francia. Un tratto di costa fantastico, lungo il quale natura e mare offrono punti di vista unici al mondo. Le colline dell’entroterra si spingono fino a ridosso del mare e consegnano ai panorami e al territorio caratteristiche tipicamente mediterranee, con ampie porzioni collinari e pedemontane dominate da lunghi filari di uliveti. Le principali località turistiche che affacciano sulla Riviera dei Fiori e che visiteremo sono:

Cervo, pittoresca cittadina arroccata, celebre per il suo tipico impianto medievale ed impreziosita da spettacolari edifici in stile barocco e romanico; Diano Marina, località amatissima dai turisti prende il nome da Diana, la dea greca della caccia alla quale venne dedicato il bosco che ammantava l’intera area. L’imperatore romano Giulio Augusto ordinò la costruzione, sulle colline situate alle spalle del paese, dell’antica via Iulia Augusta, presso cui giacciono i resti di una necropoli e di un ostello romano, che fungeva da tappa e rifugio per chi percorreva la strada. A poche centinaia di metri dal centro dell’attuale abitato, i resti di una chiesetta di origine paleocristiana, testimoniano le origini del villaggio che poi è diventato l’odierna Diano Marina. Imperia, la città provincia della Riviera dei Fiori, ricca di storia e bellissimi scorci sul mare;

 

Il borgo di Cervo   

Percorreremo alcuni tratti del Sentiero Liguria,un cammino con vocazione turistica ed escursionistica che si snoda  lungo tutta la costa ligure, da Luni a Grimaldi. Il SentieroLiguria è anche parte della Rete Escursionistica Ligure; attraverso la rete di sentieri da trekking Grandes Randonnées unisce la Via Francigena, che incrocia a Provasco, col Cammino di Santiago. Quasi una sorta di ‘bretella’ tra i due grandi Cammini.  

Giorno 1 : Incontro dei partecipanti alla stazione ferroviaria di Diano Marina  h 10:30 circa. Trasferimento in hotel e deposito bagagli. Iniziamo  con una bella camminata rilassante, tutta in piano, lungomare. Partiamo a piedi da Diano Marina, costeggiando lungo il tracciato della vecchia ferrovia per arrivare a Oneglia, nostra meta. Distanza km 10 – dislivello inesistente. Pranzo al sacco con propri viveri o in bar lungo il percorso. Visitiamo Oneglia, uno dei due centri abitativi che compongono Imperia. Il centro storico è di origine medievale, con strade disposte a reticolo, a cui si affianca la zona ottocentesca, con le vie a raggera intorno a Piazza Dante, incorniciata dai portici e cuore della città. Uno degli edifici più belli è la Collegiata di San Giovanni Battista, il Duomo che sorge nell’omonima piazza. Proseguiamo per Porto Maurizio, l’altro nucleo abitativo dominato dal promontorio del Parasio, su cui sorge il Duomo, la chiesa più grande della Liguria.  Rientro a Diano con bus di linea- Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 2 : Dopo la prima colazione trasferimento con mezzi pubblici ad Andora per il nostro secondo itinerario. Visiteremo il Castello, nell’omonimo borgo. Eretto nel  1100 circa dai Clavesana passò ai Doria nel 1237 e alla Repubblica di Genova nel 1252, ma il borgo fu poi abbandonato dopo le gravi pestilenze del 1493 e 1524. Oltre ai ruderi del Castello e del borgo vedremo la torre e la splendida Chiesa di San Damiano e Filippo per poi proseguire su un panoramico sentiero in direzione di Laigueglia con veduta sul mare di Alassio e isola Gallinara. Lungo il percorso di rientro passeremo  da  Colla Micheri, antico borgo medievale che sembra uscito da libri di storia.

Scendiamo  a Laigueglia e rientriamo a Diano in bus di linea. Pranzo al sacco con propri viveri – Distanza km 12 circa – dislivello + – 320 m.   Cena  e pernottamento in hotel.

 

Giorno 3 – Oggi la nostra meta è Cervo,  caratterizzata da un  dedalo di vicoli stretti che scendono verso la costa e resa inconfondibile dalla Chiesa di San Giovanni Battista, vero gioiello del barocco ligure. La Chiesa è meglio conosciuta come la chiesa “dei Corallini” perché fu edificata a cavallo tra i secoli XVII e XVIII con i proventi delle compagnie di pescatori che pescavano il corallo nei mari di Corsica e Sardegna. Qui da anni, nei mesi di luglio e agosto, sullo splendido sagrato a balcone sul mare, si tiene il Festival Internazionale di musica da camera, dove i più importanti artisti d’Europa offrono concerti al chiaro di luna.  Il castello dei Duchi di Clavesana, ospita oggi mostre d’Arte e il permanente Museo etnografico del ponente ligure. Il nostro è un anello che parte e arriva a Cervo Alta e si snoda sulla bella collina sovrastante; raggiungiamo il colle di Cervo (324 m), da cui si gode una splendida vista del mare e della costa e proseguiamo fino sotto il colle Mea, da cui si vede Andora e   ridiscendiamo poi verso il paese passando stavolta da Poggio Castellaretto. Distanza km 11 – dislivello + – 420 m      Rientro in hotel, recupero bagagli e rientro alle proprie destinazioni.

Info :   simona@walk-travel.eu         tel. 3356912148

 

Organizzazione Tecnica: Europe Walk&Travel Agency                                                           www.walk-travel.eu   – FB Europe Walk&Travel Agency                                                           

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Translate »