il Principato delle Asturie

il Principato delle Asturie

Giorno 1- arrivo all’aeroporto di Oviedo secondo il volo prescelto e traferimento in città con bus di linea . Sistemazione in hotel 3 stelle vicinissimo al centro città. L’hotel si trova vicino alla cattedrale e al quartiere storico del centro di Oviedo. Per chi arrivasse nel pomeriggio vi sarà il tempo per una prima visita di questa bellissima e storica città- Cena libera e pernottamento in hotel. 

Giorno 2-  Tappa del Camino Primitivo Oviedo- Grado. Anche oggi prendendo il bus usciremo dalla città e inizieremo la nostra escursione alla periferia ovest di Oviedo, percorrendo questa 1ª tappa del Camino Primitivo, così chiamato per essere il primo Cammino Jacobeo della storia. Ha origini nel lontano IX secolo, quando da Oviedo il re asturiano Alfonso II El Casto parte alla volta di un piccolo paese galiziano poco lontano dalla costa, dove pochi anni prima un pastore eremita di nome Pelayo aveva portato alla luce il sepolcro dell’apostolo Giacomo.Un viaggio per rendersi testimone di un fatto miracoloso che avrebbe cambiato le sorti non solo di quel piccolo regno ma di tutta la Spagna, e che avrebbe nei secoli dato vita a uno dei pellegrinaggi più famosi della storia. Durata 5-6 ore – km 23 dislivello + 385 – 550. Rientro in città con bus di linea. Rientro in hotel, cena libera e pernottamento in hotel.

Giorno 3- Oviedo e Salita al monte Naranjo- La nostra seconda escursione asturiana  ci condurrà dapprima per una piacevole e rilassante camminata alla scoperta di  Oviedo. Iniziamo nella parte vecchia, che concentra tutta l’essenza della città, ieri quando fu fondata da due monaci nel Medioevo e oggi. Camminando, incontriamo angoli in cui tracciare il profilo ottocentesco della capitale Asturiana. Possiamo anche vedere palazzi monumentali, chiese , basiliche e monasteri, fonti millenarie come la Foncalada pre-romanica. Musei come Archeologia, Belle Arti o il Cardinale. Piazze vivaci come Fontán, Trascorrales, la Costituzione o Alfonso II el Casto, la Cattedrale. Luoghi pieni di vita come le strade Cimadevilla, Rua, Santa Ana, Mon e Oscura, oltre alla Gascona con l’animato Boulevard de la Sidra. Saliamo quindi al monte Naranjo, da cui si gode una bellissima vista sulla città. Lungo il percorso due bellissime chiese pre-romaniche che visiteremo. Durata 4,5 ore Distanza km 15- dislivello m + – 460- Al rientro trasferimento in bus di linea  a Canga de Onìs- Sistemazione in hotel, cena e pernottamento-

Giorno 4– Sentiero Lagos – Covadonga – Trasferimento in bus di linea al Centro Visitatori dei laghi, da cui iniziamo il nostro sentiero  che costeggia  il lago Enol per discendere tranquillamente a Covadonga  Durata 5 ore e mezza- Distanza km 15 – dislivello + m 500 – m 950.  Arrivo a Covadonga, bus di linea per Canga de Onìs, cena e pernottamento

Giorno 5-  Pequeno Recorrido N° 2  del parco Nacional Picos de Europa- Trasporto con bus di linea al centro visitatori di Los Lagos, da dove inizierà il nostro sentiero che sale dolcemente costeggiando il lago Enol per arrivare al Mirador del Rey e rientrare con giro ad anello.  Durata 5  ore – Distanza km 13 – dislivello + 455 – 385. Bus di linea per Canga de Onìs, recupero bagagli e proseguimento sempre con bus di linea per Gijòn via Oviedo. Arrivo in hotel in serata, cena e pernottamento.

Giorno 6 – Gijòn – Citta di oltre 200000 abitanti è la più grande dell’Asturia, sul golfo di Biscaglia. Città prima Celtica, poi conquistata dai Romani nel 500 a.C. in seguito dai Visigoti per poi passare nel 715 sotto la dominazione islamica. Nativo di Gijòn è il mitico Pelagio (don Pelayo in spagnolo)  signorotto locale della cui sorella si innamora il Governatore Arabo. La vorrebbe sposare, ma Pelagio si oppone; costretto a fuggire diviene il capo dei rivoltosi e nel 722 sconfigge gli Arabi a Covadonga, ai piedi dei Picos de Europa. Questa battaglia è l’inizio della Riconquista della Spagna da parte dei Cristiani. La costa Asturiana- questa panoramica escursione ci permetterà di scoprire e ammirare la bellissima costa asturiana. Un percorso che si svolge tutto lungomare, da un lato l’oceano e la costa frastagliatissima, dall’altra i verdissimi prati asturiani, con il fieno tagliato a pochi metri dall’oceano. Durata 4,5  ore – Distanza km 15 Dislivello   m 320. Rientro in hotel, cena e pernottamento

Giorno 7 – Candàs e la costa – Nella nostra ultima escursione Asturiana conosceremo la cittadina di Candàs, nata nel medioevo come centro marinaro e che ha saputo conservare nei secoli la sua identità Cantabrica; anche oggi ai primi di agosto vi si tiene il Festival della Sardina, durante il quale tutta la cittadina profuma delle sardine arrosto che si degustano per le strade del centro. Trasferimento in treno a Candàs, camminata costiera che tocca Perlora, Xivares e arriva alla punta di Abono Durata 5 ore – Distanza km 13,5 – dislivello + – m 230 . Rientro in treno a Gijòn, cena e pernottamento.

Giorno 8 –Trasferimento in aeroporto con bus di linea in base all’orario del volo prescelto.

quota di partecipazione € 795 a persona in camera doppia

la quota comprende: 7 pernottamenti con trattamento di mezza pensione (colazione e cena bevande incluse) in hotel 2 stelle a Oviedo- 4 stelle a Covadonga- 3 stelle a Gijòn– trasferimenti in bus di linea- accompagnamento

la quota non comprende : viaggio aereo- pranzi di mezzogiorno- ingressi a musei e monumenti- tutto quanto non indicato ne “la quota comprende”

Il viaggio verrà confermato con un minimo di 8 partecipanti- massimo 15 partecipanti

Translate »